Benefici

Diversi studi hanno investigato l’effetto del suono del tamburo sull’essere umano;

sempre più ricercatori usano il tambureggiamento come strumento di guarigione emozionale e sociale, spingendo il limite delle sue potenzialità sempre più lontano.

Le onde sonore prodotte dalle percussioni hanno profondi effetti neurofisiologici, modificando l’emissione di onde cerebrali e quindi il relativo stato di coscienza.

Una prolungata emissione di onde cerebrali alpha, ad esempio, comporta numerosi benefici, tra cui un duraturo stato di rilassamento e calma ricettività tipico della mente in leggera meditazione.

Suonare un tamburo fortifica il sistema immunitario, riduce il burnout lavorativo, amplifica il senso di benessere, riduce la rabbia inespressa nei ragazzi con problematiche sociali, aumenta l’abilità di interfacciarsi emotivamente e socialmente con gli altri.

“Group Drumming is better than Prozac for Mental Health”

E’ stato appurato in uno studio presentato al meeting annuale della Radiological Society of North America (RSNA) del 2016, ad esempio, che prendere lezioni di musica aumenta le connessioni delle fibre cerebrali nei ragazzi e può essere utile nel trattamento dell’autismo e ADHD.

Il tambureggiamento sciamanico, veloce ed ossessivo, porta invece la nostra mente all’entrare in risonanza con le onde nel range delle theta, associate alla meditazione profonda, all’ispirazione creativa, alla conoscenza intuitiva.

Il suono del tamburo ha anche un profondo effetto massaggiante sul corpo, attraverso l’intensità delle sue onde sonore che agiscono su più livelli: i suoni bassi e profondi risuonano nella pancia, i suoni alti al livello della testa.

Suonare uno strumento a percussione è un allenamento completo; è un profondo esercizio aerobico che ha, come effetti collaterali, gioia, benessere, autostima, riduzione dello stress e molto altro.